Home > Archivio di "Associazioni CILD"
Arci

Ti presento la CILD: Arci

L’ARCI (Associazione Ricreativa e Culturale Italiana) è un’associazione di promozione sociale italiana fondata nel 1957. L’associazione fonda le sue radici nella storia del mutualismo e solidarismo italiano dei movimenti popolari e antifascisti che hanno contribuito a costruire e consolidare la democrazia italiana fondata sulla Costituzione. Opera in contesti locali, nazionali e internazionali per l’affermazione dei

ignoranza-copertina

Ignoranza di Stato. Il difficile accesso alle informazioni

Il diritto di accesso alle informazioni è un punto di riferimento cardine per gli Stati democratici, riconosciuto a livello internazionale come un diritto umano legato alla libertà di espressione dell’individuo, a prescindere dal requisito di cittadinanza. Tale diritto è infatti sancito da diversi trattati e dichiarazioni sui diritti umani, nonché dalle sentenze di alcune corti

Foto di Raffaele De Rosa (CC BY-NC-ND 2.0)

Ti presento la CILD: Avvocati per Niente

L’Associazione Avvocati per Niente ONLUS è un’associazione di volontariato che nasce dall’incontro di alcuni avvocati e di enti del privato sociale che “incontrano” situazioni di disagio. Tra questi vi sono: Fondazione Caritas Ambrosiana, Associazione Acli Milano, Associazione Cena dell’Amicizia, Fondazione San Carlo Onlus, Fondazione San Bernardino Onlus e Fondazione Casa della Carità. Come nasce Avvocati

11048746_1065186066855443_9026067736874542672_n

Ti presento la CILD: Forum Droghe

Forum droghe è un’associazione nazionale di promozione sociale fondata nel 1995. L’associazione si batte per la riforma delle politiche pubbliche sulle droghe a partire da una nuova rappresentazione sociale del fenomeno droga e delle persone che la utilizzano. L’obiettivo è di limitare l’approccio penale sul tema a favore di un approccio sociale di “normalizzazione”delle persone

Italy's Minister for Constitutional Reforms and Parliamentary Relations Maria Elena Boschi attends a confidence vote at the lower house of the parliament in Rome February 25, 2014. Prime Minister Matteo Renzi won his first confidence vote in parliament, pledging to cut labour taxes, free up funds for investment in schools and pass wide institutional reforms to tackle Italy's economic malaise. Facing parliament for the first time, the 39-year-old Renzi who is Italy's youngest premier, sketched out an ambitious programme of change in an hour-long speech delivered in his trademark quickfire style interspersed with occasional jeers from the opposition benches.   REUTERS/Giampiero Sposito  (ITALY - Tags: POLITICS BUSINESS)

UNAR, la CILD scrive alla sottosegretaria Boschi

Dopo le polemiche scaturite dal servizio della trasmissione “Le Iene”, che ha poi portato alle dimissioni del direttore dell’UNAR Francesco Spano, diverse associazioni hanno preso la parola per difendere l’importanza di un Ufficio che combatta discriminazioni e razzismo, auspicando al contempo una maggiore indipendenza dello stesso. Lo abbiamo fatto anche noi con il nostro presidente